Enertronica Santerno presenta nuovo inverter centrale ad alta quota

Enertronica Santerno – società italiana attiva nella produzione di convertitori elettronici di potenza e di soluzioni per il solare – ha lanciato un inverter centrale ad alta quota per progetti fotovoltaici su larga scala.

Il TG1800 EV si basa su una soluzione tecnica utilizzata in precedenza dalla società per la diminuzione dell’alimentazione, operazione che consente a un inverter di funzionare in sicurezza in condizioni climatiche avverse come sbalzi di temperatura estremi, umidità altamente variabile e ridotta capacità di raffreddamento a causa di aria più sottile.

Enertronica ha comunicato che il nuovo dispositivo da 2 MW è ideale per installazioni a più di 1.000 metri e si basa sull’architettura modulare dell’inverter centrale Sunway TG 1800. “Il nuovo prodotto è stato progettato per mantenere invariate le sue prestazioni fino a un’altitudine di 2.700 m senza, quindi, alcun declassamento per l’altitudine“, riporta in una nota la società.

Enertronica ha inoltre dichiarato che tutti i componenti sensibili dell’inverter potenzialmente soggetti a guasti sono alloggiati in un involucro speciale che può essere rimosso in pochi minuti per la riparazione e la rimessa in servizio. “Il nostro nuovo dispositivo richiede meno tempo e procedure rispetto a quelli necessari per sostituire un inverter di stringa“, ha dichiarato Vito Nardi, CEO di Enertronica. “Anche in termini di manutenzione, il prodotto TG1800 EV include una serie di opzioni che garantiscono costi di manutenzione simili a quelli degli inverter di stringa.”

Enertronica ha fornito inverter centrali per oltre 1 GW di capacità di generazione di progetti solari ad altitudini superiori a 1.500 m in Cile, Perù, Cina e Sudafrica.