Energia, Girotto (M5S): “Al G7 dell’ambiente con meno fossili e più rinnovabili”

Riguardo al G7 dei ministri dell’Energia e dell’Ambiente (25-27 maggio) riceviamo e volentieri pubblichiamo una nota di Gianni Girotto, Presidente della Commissione Industria e Commercio del Senato.

Gli impegni assunti in ambito internazionale su clima e energia, che l’Europa tutta sostiene con diverse azioni, delineano una road map verso il 2050 di piena decarbonizzazione. Un obiettivo che non possiamo non appoggiare in maniera salda e convinta anche nell’ambito del G7. Ci siamo mossi rapidamente per ridurre la quota di gas naturale che importiamo dalla Russia, ma non stiamo purtroppo avendo la stessa rapidità nel sostenere gli interventi necessari a realizzarla quella decarbonizzazione.”

Siamo favorevoli all’individuazione di misure urgenti per affrontare la crisi in atto, ma non capiamo perché in Italia si allentino le briglie andando in deroga in un tempo indeterminato alla qualunque per il gas, mentre restiamo ancora troppo timidi su rinnovabili ed efficienza energetica, l’unica strada per renderci energeticamente e politicamente autonomi. La Germania chiederà al G7 di ridurre i sussidi alle fossili, e fa bene. La strada è una: semplifichiamo, velocizziamo, allentiamo le briglie anche per gli interventi a favore dell’efficienza e delle rinnovabili, sosteniamo e incentiviamo tutta la filiera produttiva tecnologica necessaria e definiamo un massiccio piano di rilancio industriale per la produzione di beni necessari alla Transizione Ecologica. Dobbiamo trovare soluzioni per l’oggi, senza girare a vuoto e fare buchi nell’acqua”

 

 

Previous articleSolarEdge, nuovo caricabatterie per veicoli elettrici a energia solare
Next articleAxpo vende portafoglio impianti eolici in Francia