Enel X lancia il CO₂ City Index per supportare lo sviluppo a zero emissioni dei comuni italiani

Fornire una vista sintetica delle stime delle emissioni antropiche di CO₂ in ogni Comune italiano e calcolare le variazioni di questo valore negli ultimi 20 anni per supportare lo sviluppo sostenibile urbano: è l’obiettivo di Enel X che ha lanciato il CO₂ City Index, l’indicatore sviluppato interamente sulla base di Open Data, a disposizione delle Pubbliche Amministrazioni gratuitamente tramite il portale Enel X YoUrban. L’indicatore – riporta un comunicato della business line globale del Gruppo Enel – è navigabile su una mappa interattiva che permette di esplorare con semplicità livelli e trend storici delle emissioni di ogni micro-distretto dei 7.904 Comuni Italiani. Considerando l’importanza della crescita sostenibile degli ecosistemi urbani, il CO₂ City Index è uno strumento di supporto concreto per avviare un percorso personalizzato di interventi innovativi per la carbon-neutrality delle città.

 “Il CO2 City Index è uno strumento realizzato per supportare le Pubbliche Amministrazioni italiane nella creazione di un ecosistema urbano più innovativo e sostenibile” ha dichiarato Francesco Venturini, Responsabile di Enel X “Con questo indice, che integra il portafoglio di soluzioni tecnologiche sviluppate per i Comuni, portiamo alle Amministrazioni in modo semplice ed intuitivo degli indicatori basati su Open Data relativi alle emissioni di CO2  aprendo la strada, se necessario, a interventi che migliorino la qualità di vita dei cittadini”.

 Il CO2 City Index di Enel X è calcolato valorizzando dati e modelli open del progetto ODIAC (Open-source Data Inventory for Anthropogenic CO₂) del National Institute for Environmental Studies (NIES) giapponese, che consentono di correlare le emissioni di CO₂ nazionali con fattori locali di urbanizzazione rilevati via satellite, come la luminosità notturna. Le analisi rendono disponibile una stima delle emissioni antropiche di CO₂ con una risoluzione di 1 km² per tutti i distretti italiani, che vengono successivamente aggregati rispetto ai confini amministrativi dei Comuni italiani per fornire anche una vista delle emissioni CO₂ comunali sia rapportate all’estensione territoriale che alla popolazione residente. L’indice s’inserisce nel programma più ampio di soluzioni basate sull’analisi di Open Data realizzate da Enel X a supporto dei Comuni Italiani, nato con il lancio del Circular City Index, che misura la predisposizione delle nostre città alla circolarità urbana e del 15 minute City Index, che fornisce una vista funzionale alla pianificazione urbana di prossimità, per avvicinare i nostri comuni al modello della città dei 15 minuti.

Per maggiori informazioni e per la registrazione gratuita al portale da parte delle Pubbliche Amministrazioni: https://www.enelx.com/it/it/istituzioni/sostenibilita/open-data-pubblica-amministrazione/co2-city-index

 

Previous articleMotus-E, anche a maggio calano in Italia le immatricolazioni di auto elettriche
Next articleEngie ottiene prestito da 105 mln per eolico e agro-fotovoltaico in Sicilia