Enel perfeziona acquisizione di 527 MW di impianti idroelettrici da Erg

Facendo seguito a quanto annunciato lo scorso 2 agosto 2021, Enel informa che la controllata Enel Produzione, in seguito all’avveramento delle condizioni sospensive previste nell’accordo di compravendita, ha perfezionato in data odierna l’acquisizione dell’intero capitale sociale di ERG Hydro da ERG Power Generation. In linea con l’accordo sopra indicato, Enel Produzione ha riconosciuto un corrispettivo di circa 1.039 milioni di euro, a cui si è aggiunto al closing un primo aggiustamento prezzo di circa 226 milioni di euro concernente la valorizzazione del mark to market di alcuni derivati di copertura di ERG Power Generation relativi a parte dell’energia prodotta in futuro dagli impianti di ERG Hydro.

L’accordo di compravendita prevede inoltre un ulteriore aggiustamento del corrispettivo nei prossimi mesi, che sarà effettuato principalmente in base alla variazione di capitale circolante netto e posizione finanziaria netta di ERG Hydro e all’effettivo livello delle riserve d’acqua di alcuni bacini inclusi nel perimetro.

Gli impianti detenuti da ERG Hydro, situati tra Umbria, Lazio e Marche, hanno una capacità installata di 527 MW e una produzione media annua di circa 1,5 TWh. A seguito dell’operazione, entreranno a far parte del Gruppo Enel 113 addetti tra tecnici specializzati nella gestione operativa degli impianti, specialisti di energy management e staff dedicate.

In linea con l’attuale Piano Strategico, l’operazione contribuisce a rafforzare il percorso di crescita nelle rinnovabili del Gruppo Enel, con un ulteriore aumento della relativa capacità installata in Italia. In seguito all’operazione, il Gruppo Enel raggiunge infatti nel Paese circa 13 GW di capacità idroelettrica installata, per una capacità rinnovabile complessiva, compresa quella geotermica, eolica e fotovoltaica, pari a circa 14,5 GW.

Previous articleTerna acquista nel Veronese infrastrutture di rete per 10,5 milioni di euro
Next articleVernici fotovoltaiche: verso un’alternativa efficiente al silicio