Enel, nel 2020 l’utile netto ordinario cresce a 5,1 miliardi (+9%)

Enel chiude il 2020 con un risultato netto ordinario in crescita del 9%, a 5,197 miliardi di euro. L’incremento – riporta un comunicato della società – è frutto del risultato operativo, salito di ben il 19,7% a 8,368 miliardi di euro, senza più il peso degli adeguamenti di valore per ben 4 miliardi di euro del 2019, con la svalutazione degli impianti a carbone in Russia, Cile e Spagna.

Ma parte del merito viene attribuito anche a una gestione finanziaria che ha ridotto gli oneri, nonostante l’indebitamento finanziario abbia registrato un lieve aumento dello 0,5% a 45, 415 milardi di euro, per effetto degli investimenti del periodo e per l’acquisto di ulteriori quote e nel capitale sociale di Enel Américas (sulla quale è in corso un’opa per un altro 10%) e di Enel Chile.

Cala l’EBITDA (16,81 mld, -5%), mentre crescono l’EBITDA ordinario (17,94 mld di euro, +0,2%), l’EBIT a 8,36 mld (+21,7%) e l’indebitamento finanziario netto a 45,41 mld (+0,5%). Il dividendo complessivo proposto per l’intero esercizio 2020, afferma Enel, “è pari a 0,358 euro per azione (di cui 0,175 euro per azione già corrisposti quale acconto a gennaio 2021), in crescita del 9,1% rispetto al dividendo complessivo di 0,328 euro per azione riconosciuto per l’intero esercizio del 2019”.

I risultati di Enel per il 2020 evidenziano il forte impegno da parte del Gruppo per una crescita sostenibile, come dimostrano gli oltre 10 miliardi di euro investiti durante l’anno.” – ha dichiarato Francesco Starace, CEO del Gruppo Enel – “I nostri investimenti sono indirizzati verso un modello di business sostenibile e integrato, che si fonda sulle rinnovabili, sulla distribuzione e sui servizi energetici avanzati, facendo leva sul ruolo primario di digitalizzazione e piattaforme. Questo approccio è finalizzato ad accelerare la crescita sia attraverso il modello di ‘Ownership’, che si basa su investimenti diretti, sia attraverso il modello di ‘Stewardship’, che prevede il coinvolgimento di terzi. In questo modo, oltre a promuovere la crescita nelle aree in cui siamo presenti, abbiamo ulteriormente accelerato la decarbonizzazione del mix di produzione di Gruppo. La crescita dei nostri risultati conferma quindi la capacità di Enel di creare valore condiviso e sostenibile per tutti gli stakeholder. Nel corso del 2021, in linea con il Piano Strategico e i suoi obiettivi di decarbonizzazione e digitalizzazione, prevediamo di accelerare gli investimenti nelle rinnovabili, nel miglioramento della qualità e della resilienza delle reti, nonché nell’elettrificazione dei consumi.”

 

 

Previous articleUnione Europea, solo auto elettriche dal 2030
Next articleSuperbonus 110%, siglato accordo tra Banca Mps e Assistal