Enel, i risultati finanziari del primo trimestre 2020

Enel ha comunicato i risultati del primo trimestre del 2020, periodo chiuso con ricavi in contrazione del 12,2%: il giro d’affari del colosso elettrico è passato da 22,76 miliardi a 19,99 miliardi di euro.

La società ha precisato che la variazione è attribuibile principalmente ai minori volumi delle vendite di energia elettrica in Italia e Spagna, alle attività di generazione termoelettrica in Italia per le minori attività di trading, nonché all’effetto-cambi negativo, in particolare in Brasile, Cile e Colombia. In aumento, invece, il margine operativo lordo, salito da 4,55 miliardi a 4,71 miliardi di euro (+3,5%), grazie alla crescita di Infrastrutture e Reti e alla variazione positiva, pari a 194 milioni di euro, di Generazione Termoelettrica e Trading.

L’utile netto ordinario è salito del 10,5%, passando da 1,16 miliardi a 1,28 miliardi di euro, mentre l’utile netto si è attestato a 1,25 miliardi.

Nel primo trimestre 2020 gli investimenti sono stati pari a 1,87 miliardi di euro, lo stesso ammontare dei primi tre mesi dello scorso anno. Sempre nel primo trimestre 2020 le attività operative di Enel hanno generato un flusso di cassa di 2,05 miliardi di euro.

Per il 2020 – conclude il comunicato – il management di Enel prevede l’accelerazione degli investimenti nelle energie rinnovabili, in particolare in America Latina e Nord America, a supporto della crescita industriale e finalizzati a guidare la decarbonizzazione. Inoltre, sono previsti ulteriori progressi nella digitalizzazione delle reti di distribuzione (prevalentemente in Italia e America Latina), oltre all’incremento degli investimenti dedicati all’elettrificazione dei consumi.

 

 

 

 

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here