Elettrificazione, Stellantis completa l’investimento in Factorial Energy

Stellantis ha completato il processo di investimento in Factorial Energy come parte del ciclo di finanziamento Serie D di Factorial, insieme ad altri investitori. Ricordiamo che Factorial Energy è una società americana  che ha sviluppato delle batterie allo stato solido che offrono un’autonomia di guida per ricarica del 20-50 per cento superiore rispetto alle tradizionali batterie agli ioni di litio.

Il finanziamento – riporta un comunicato – sarà utilizzato per accelerare la produzione commerciale e la diffusione della tecnologia delle batterie allo stato solido di Factorial, che si rivela affidabile e offre fino al 50% di autonomia in più rispetto all’attuale tecnologia agli ioni di litio.

La tecnologia di Factorial offre un alto livello di sicurezza operativa ed estende l’autonomia di guida fino al 50 per cento, centrando così due obiettivi chiave per un’adozione ad ampio spettro da parte dei consumatori. La sua compatibilità drop-in con l’infrastruttura di produzione delle batterie agli ioni di litio esistenti riduce i costi; inoltre, diminuisce la complessità del passaggio a una diversa tecnologia di batterie per i produttori di automobili.

Stellantis sta procedendo a tutta velocità nel suo processo di elettrificazione, con 33 modelli elettrici attualmente disponibili e otto veicoli a batteria in arrivo nei prossimi 18 mesi” – dichiarato Carlos Tavares, amministratore delegato di Stellantis – “Con i nostri partner, tra cui Factorial, elettrificheremo rapidamente il nostro portfolio di brand con soluzioni sicure, sostenibili e convenienti“. Durante l’Ev Day, svoltosi a luglio 2021, Stellantis aveva annunciato l’obiettivo di introdurre entro il 2026 la prima tecnologia competitiva di batterie allo stato solido. “Continuiamo a muoverci velocemente verso l’obiettivo di fornire ai nostri clienti la tecnologia delle batterie a stato solido su larga scala per il settore automotive“, ha affermato Siyu Huang, Ceo di Factorial Energy.

Factorial sta costruendo uno stabilimento di produzione pilota all’avanguardia che consentirà di implementare la fabbricazione di celle di grande formato e realizzare batterie per i test dei clienti. L’impianto sarà ubicato nel New England e l’inizio della costruzione è previsto per i primi mesi del 2022. “Da quando abbiamo sviluppato con successo la prima batteria a stato solido da 40 ampere/ora nel 2021, si sono susseguiti numerosi test”, ha continuato Huang. “Siamo quindi impazienti di mettere a disposizione le batterie per i nostri clienti, affinché possano condurre ulteriori test rigorosi per la convalida al livello successivo.

 

Previous articleGreen Deal e UE, al via le consultazioni su energia solare e rinnovabili
Next articleFANUC, l’automazione al servizio della mobilità elettrica