Delta lancia l’inverter di stringa solare fotovoltaico compatto M70A

Delta, tra le aziende leader nelle soluzioni di gestione dell’energia e della gestione termica, ha annunciato oggi il lancio in Europa del nuovo inverter di stringa M70A.

L’inverter di stringa trifase da 77 kVA, con sei inseguitori MPP, offre rendimenti elevati e flessibilità su impianti a terra e su coperture di edifici commerciali.  Secondo l’azienda, i sei inseguitori MPP dell’M70A aiutano i progettisti a configurare sistemi fotovoltaici (PV) complessi e di grandi dimensioni, e aumentano altresì la potenza in uscita delle antenne a cortina che presentano un’ombra parziale. Le dimensioni compatte (elevata densità di potenza di 750 kW/m3 a 400V) rendono M70A facile da trasportare e installare. Questo nuovo inverter Delta è destinato a installazioni su coperture di edifici commerciali che vanno da 70 kW a diversi MW.

L’M70A offre flessibilità sia per l’ingegneria dei sistemi sia per la progettazione degli edifici. I 6 inseguitori MPP dispongono di 3 coppie di connettori ciascuno, per fornire più opzioni in fase di collegamento delle stringhe di moduli. In questo modo, i progettisti possono compensare le zone d’ombra e le geometrie complesse del tetto ripartendo gli inseguitori MPP di conseguenza. Se sono collegate due stringhe per ingresso CC, non sono necessari né interruttori di stringa esterni né fusibili. L’M70A è solo uno tra i prodotti presenti nel portafoglio completo di tecnologie Delta per edifici ecologici, e apre le porte ad ancora più possibilità, compresi edifici completamente autosufficienti.
“Quando le aziende o gli sviluppatori decidono di costruire un nuovo edificio, spesso perseguono una qualche forma di certificazione ambientale”, ha affermato Eric Thorsrud, direttore marketing PV Inverters BU, Delta EMEA. “L’M70A è un’ottima opzione per edifici ecologici progettati per ottenere, ad esempio, la certificazione di consumo netto di energia zero.”

M70HV in sintesi
• 6 inseguitori MPP
• Potenza apparente massima 77 kVA
• Massima efficienza al 98,8%
• Custodia in alluminio con protezione IP65 per installazione interna o esterna
• Installazione e funzionamento semplificati grazie all’app per iOS e Android
• Monitoraggio di singole stringhe
• Tensione d’ingresso da 200 a 1000 V
• Dispositivi integrati di protezione da sovraccarico CA e CC Tipo 2, SPD CA e CC Tipo 1 + 2 opzionali
• Nessun condensatore elettrolitico, per una durata di almeno 20 anni

Ulteriori progressi comprendono una funzione curva I-V per la registrazione dell’efficienza della curva, la funzione “Q at Night” per fornire potenza reattiva alla rete al di fuori dei periodi di alimentazione standard, e la funzione anti-PID (degrado da potenziale indotto) per proteggere i moduli solari dagli effetti di tensione, calore e umidità.

L’M70A è dotato inoltre di un’interfaccia RS485 e comunicazioni wireless. Questa connettività consente agli operatori di monitorare i propri M70A dal cloud MyDeltaSolar con un’app per smartphone. Il cloud MyDeltaSolar è gratuito per i primi 5 anni. L’M70A si monta in posizione verticale su un tetto o una base a terra. Può anche essere montato a parete con le staffe di montaggio incluse.

Maggiori informazioni:  http://www.solar-inverter.com

Previous articleL’AGCM considera l’esposto di ITALIA SOLARE e segnala agli organi competenti la distorsione del mercato
Next articleColosso cinese Leoch progetta una fabbrica di batterie al litio