Costa Crociere ed Enel alleate per l’elettrificazione di navi e banchine

Costa Crociere ed Enel hanno siglato un protocollo d’Intesa per favorire la mobilità marittima sostenibile attraverso soluzioni di elettrificazione. L’accordo, riporta un comunicato, si focalizzerà sulla possibilità di promuovere progetti di riduzione delle emissioni nei porti, nelle fasi di entrata e uscita delle navi da crociera e durante le soste in banchina.

In particolare, il protocollo mira a realizzare un “caso pilota” di refitting navale, vale a dire interventi di miglioramento tecnologico su una nave già in esercizio, finalizzato all’azzeramento delle emissioni locali nei momenti di ingresso in un porto, sosta e uscita, attraverso l’installazione, sulla nave, di una alimentazione a batteria, combinata con un impianto di alimentazione e ricarica elettrica da terra. Una delle attività riguarda il così detto cold ironing, ovvero l’alimentazione delle navi attraverso l’elettrificazione della rete di terra durante le soste in porto, per il quale le unità da crociera si stanno già attrezzando, in anticipo rispetto ai progetti di elettrificazione delle banchine nei principali porti Italiani e del Mediterraneo, al momento non ancora realizzati.

Un ulteriore punto del protocollo d’intesa tra Enel e Costa Crociere mira a favorire il turismo sostenibile, attraverso lo sviluppo di iniziative legate alla mobilità sostenibile elettrica, sia in ambito portuale sia in ambito cittadino. Con l’obiettivo di una progressiva riduzione del rumore e delle emissioni atmosferiche, anche per le attività legate alle crociere, come le escursioni a terra o i collegamenti intermodali tra città e porti. Il protocollo prevede che la collaborazione tra le due aziende potrà essere estesa anche all’estero, nei Paesi dove i due gruppi sonop presenti e, in particolare, in Spagna.

Previous articleNhoa Energy fornisce sistema stoccaggio di energia a Neoen in Australia
Next articleTerna acquista asset in Alto Adige per circa 14 milioni di euro