Consorzio di big delle “due ruote” punta sulle batterie intercambiabili

Gruppo PIAGGIO, HONDA Motor Co., KTM AG, e YAMAHA Motor Co. hanno annunciato la costituzione di un consorzio per la definizione e promozione di un sistema di batterie intercambiabili.

Lo Swappable Batteries Motorcycle Consortium – riporta un comunicato congiunto – è progettato sulla base di specifiche comuni allo scopo di promuovere la diffusione su vasta scala dei veicoli elettrici leggeri come ciclomotori, scooter, motocicli, tricicli e quadricicli a motore, e incentivare una gestione più sostenibile del ciclo di vita delle batterie in linea con le politiche internazionali sul clima.

“Le batterie intercambiabili “forniscono una risposta ottimale per l’accelerazione dei tempi di ricarica dei veicoli. E grazie al nuovo Consorzio i motocicli continueranno a ricoprire un ruolo chiave nel contesto urbano”, ha dichiarato Michele Colannino (nella foto con gli altri firmatari del Consorzio), a capo delle strategie e dei prodotti di Piaggio.

Il Consorzio punta dunque a risolvere le problematiche in relazione al futuro della mobilità elettrica, come l’autonomia, i tempi di ricarica, l’infrastruttura e i costi, senza perdere di vista i quattro obiettivi principali:

1- sviluppo di specifiche tecniche comuni per i sistemi di batterie intercambiabili;

2- verifica della possibilità di condividere i sistemi di batterie;

3- definizione e promozione delle specifiche comuni del Consorzio, da proporre come standard agli organismi di standardizzazione europei e internazionali;

4- estensione dell’adozione delle specifiche comuni del Consorzio a livello globale.

Lavorando a stretto contatto con gli stakeholder e gli organismi di standardizzazione a livello nazionale, europeo e internazionale, i fondatori del Consorzio parteciperanno alla definizione degli standard tecnici internazionali. Piaggio, Honda Motor, KTM e Yamaha hanno deciso di fondare il Consorzio proprio per incentivare i decision maker responsabili dello sviluppo e dell’implementazione dell’infrastruttura di ricarica e promuovere l’adozione dei veicoli elettrici leggeri.

 

Previous articleSolFleX, dalla Germania il modulo FV flessibile pensato per i trasporti
Next articleFotovoltaico, IBC Solar presenta sistema di montaggio per tetti piani