Cesi e Techfem insieme per la diffusione di energia rinnovabile in Italia e a Malta

Gruppo Cesi e Techfem – società indipendente di ingegneria e servizi alla costruzione –  hanno raggiunto un accordo per la realizzazione di due progetti di trasmissione offshore ad alta tensione, siglando due distinti contratti con Agnes srl e Interconnect Malta Ltd per la progettazione e relativi servizi.

I due progetti – riporta un comunicato – dimostrano “il ruolo chiave ricoperto da Cesi e Techfem nel promuovere la diffusione di energia rinnovabile in Italia e nell’isola di Malta in modo efficace e sicuro“. L’impegno ingegneristico sarà ripartito in parti uguali tra Cesi e Techfem.

Il primo intervento consiste nella progettazione di impianti elettrici onshore nell’ambito del progetto Agnes Romagna, un progetto eolico e fotovoltaico offshore rinnovabile posto al largo delle coste di Ravenna, con una potenza installata fino a 1.100 MW. I lavori comprendono collegamenti via cavo a 220 kV e 380 kV e una sottostazione di trasformazione a terra. Lo scopo di questo progetto, assegnato a una joint venture temporanea, guidata da Techfem, comprende lo studio di fattibilità, la progettazione preliminare e l’assistenza nel processo di autorizzazione.

Il secondo progetto è relativo allo sviluppo del Feed (Design e ingegneria di front-end) e alla preparazione della gara d’appalto Epc (Engineering, Procurement and Construction) per il secondo sistema di interconnessione elettrica Hvac (High Voltage Alternating Current) tra la Sicilia e l’isola di Malta, con una potenza di 200 MW.

L’infrastruttura Ic2 (interctonnect cable) prevede un collegamento sottomarino a 220 kV di 118 km, collegamenti via terra lunghi rispettivamente 19 km e 2 km e la ristrutturazione delle stazioni finali di Ragusa e Maghtab. Questi lavori preliminari saranno eseguiti nei prossimi mesi da un consorzio di progetto guidato da Cesi.

Previous articleSmartflower, il “fiore” fotovoltaico che segue il sole per una produzione annua di 4.500 kWh
Next articleApple, nuovi obiettivi per decarbonizzare la sua filiera e investimenti nelle energie rinnovabili in Europa