Batterie, VARTA progetta innovativa stazione di ricarica per la robotica agricola

VARTA, uno dei più grandi produttori di batterie ad alta tecnologia, e Naïo Technologies società esperta in soluzioni di robotica agricola – hanno annunciato una collaborazione per creare una stazione di ricarica trasportabile autonoma per robot, e offrire così soluzioni più performanti agli agricoltori.

L’obiettivo – riporta una nota – è quello di fornire agli agricoltori soluzioni end-to-end che consentano una stazione di ricarica remota dove non è necessaria alcuna connessione alla rete elettrica. Ciò sarà possibile grazie a soluzioni solari o rigenerative wireless, che riducono l’interazione dell’utente durante il funzionamento. Nel momento in cui i robot esauriscono la batteria, i medesimi potranno raggiungere i loro rimorchi di ricarica da soli.

VARTA vede la robotica agricola come un mercato in crescita emergente: “Portare la nostra competenza ed esperienza negli agrobot significa che Naïo Technologies potrà concentrarsi sul loro punto di forza: rendere la combinazione di robotica e agricoltura un successo. VARTA consentirà ai robot di lavorare in modo più efficiente, poiché la nostra soluzione di gestione dell’alimentazione renderà la ricarica più veloce, più flessibile e molto più semplice, mentre la nostra tecnologia avanzata della batteria consentirà prestazioni più elevate”, sottolinea Steve Saunders, Key Account Manager UK & France di VARTA .

Il primo test del progetto integrerà le batterie VARTA a Oz, il robot di Naïo Technologies dedicato ai giardinieri e già utilizzato da oltre 120 agricoltori. Il robot avrà dunque l’obiettivo di ottenere oltre il 30% di autonomia in più. La seconda prova consiste nella creazione di una stazione di ricarica solare che può essere utilizzata direttamente nei campi.

Il primo prototipo del “nuovo” Oz sarà presentato al FIRA-International Forum of Agricultural Robotics 2020 (dall’8 al 10 dicembre 2020 in modalità online).

Previous articleI moduli FV di SOLARWATT superano a pieni voti i test LeTID
Next articleRiello Solartech a KEY ENERGY con i nuovi inverter fotovoltaici trifase