Acea, crescono i ricavi, spinta sul fotovoltaico nel 3Q

Acea archivia i primi nove mesi del 2022 con ricavi consolidati pari a 3,79 miliardi di euro, in aumento del 37,2% rispetto al corrispondente periodo del 2021. L’EBITDA consolidato – riporta un comunicato della multiutility – passa da 930,2 milioni di euro del 30 settembre 2021 a oltre un miliardo di euro al 30 settembre 2022, registrando una crescita del 7,8%. L’utile netto del gruppo si attesta a 257,4 milioni di euro, in aumento del 4% rispetto allo scorso anno.

Nel corso dei primi tre trimestri il gruppo ha effettuato una serie di iniziative nello sviluppo delle rinnovabili , in particolare del fotovoltaico, e a favore della riduzione degli impatti ambientali delle proprie attività.

Il 22 marzo, Acea ha perfezionato il closing dell’accordo con il fondo britannico Equitix, per la cessione di una quota di maggioranza di una holding fotovoltaica del gruppo in cui sono stati conferiti gli asset fotovoltaici di ACEA già in esercizio o in via di connessione alla rete in Italia. Con il closing dell’operazione, la società di nuova costituzione AE Sun Capital, partecipata al 60% da Equitix e al 40% da Acea Produzione ha acquisito un portafoglio di impianti fotovoltaici con una capacità installata complessiva pari a 105 MW, di cui 46 MW incentivati sulla base di differenti Conti Energia e 59 MW di nuova costruzione già connessi o in corso di connessione alla rete.

Il 29 marzo, Acea e Suez hanno sottoscritto gli accordi definitivi della partnership per la progettazione di un sistema evoluto di misurazione intelligente del servizio idrico (smart meter) e la sua successiva produzione e commercializzazione in Italia e all’estero.

Il 27 giugno, è stato inaugurato il più grande impianto fotovoltaico della Basilicata Piana di Santa Chiara da 20 MW, nel Comune di Ferrandina (Matera), realizzato da Acea Solar e di proprietà di AE Sun Capital.

Il 19 luglio, ACEA Solar, controllata integralmente da Acea Produzione, ha comunicato di aver ricevuto dalla Regione Sardegna la “Valutazione di Impatto Ambientale” e l’“Autorizzazione Unica” per la realizzazione di un impianto fotovoltaico nell’area industriale di Ottana, nel Comune di Bolotana (NU). L’impianto, il più grande della Sardegna e uno dei più grandi in Italia, avrà una potenza installata di circa 85MW ed entrerà in esercizio nel primo semestre 2024. La capacità produttiva annua prevista è di circa 170 GWh, corrispondenti a più di 70 mila tonnellate di CO2 evitata all’anno.

Nei primi nove mesi dell’anno Acea ha migliorato l’outlook da parte di Standard Ethics da “Stabile” a “Positivo” e ha ottenuto la conferma del ‘‘Corporate Rating’’ ESG a “EE’’. Sempre in tema di sostenibilità, l’8 agosto 2022, Acea ha sottoscritto con Cassa Depositi e Prestiti una nuova linea di credito revolving “Sustainability Rating Linked” da 200 milioni di euro della durata di 3 anni, collegata a due obiettivi di rating di sostenibilità in ambito Environment Social e Governance (ESG).

Previous articleEnergia, Urso: “Sbloccheremo impianti rinnovabili nelle prossime settimane”
Next articleDal FV all’idrogeno green: il progetto Hydrozero presentato alla conferenza COP 27