ABB abbatte le emissioni di CO2 con l’iniziativa per l’elettricità verde

Il Business Motion di ABB ha lanciato l’iniziativa “elettricità verde” per promuovere l’utilizzo di forme di energia rinnovabile presso gli impianti, uffici e fabbriche della multinazionale elettrotecnica svizzero-svedese.

Il Business Motion è una delle cinque aree di ABB e opera come fornitore di convertitori di frequenza e motori, a livello globale. Con una gamma di motori elettrici, generatori, convertitori di frequenza, prodotti meccanici per la trasmissione di potenza, servizi e soluzioni digitali integrate sulla catena cinematica.

Il Global Motion HSE Team – riporta una nota diffusa – ha deciso di acquistare certificati energetici EAC (Energy Attribute Certificate) al fine di ottenere un effetto immediato sulla riduzione delle emissioni di CO2, in attesa di finalizzare un piano strategico di misure a lungo termine, come investimenti in efficienza energetica e generazione di energia rinnovabile in loco.

La prima fase dell’iniziativa per l’elettricità verde ha coinvolto le sedi di Shanghai e Pechino in Cina, Fort Smith, Flowery Branch, Ozark, New Berlin e Saint Louis negli Stati Uniti, e Faridabad in India. Oltre a questo, tutti i siti di ABB nel mondo stanno promuovendo l’efficientamento energetico e l’utilizzo di energia verde per ridurre sia i costi energetici sia le emissioni di CO2.

Grazie all’iniziativa per l’elettricità verde – prosegue il comunicato – la società ha ridotto le proprie emissioni globali di gas serra del 49% rispetto al 2013, raggiungendo così l’obiettivo di sostenibilità del Gruppo per il 2020.

In Italia, tutte le sedi ABB utilizzano il 100% di elettricità da fonti rinnovabili già dal 2016. Questo, – conclude la nota – unito agli investimenti in efficienza energetica, ha contribuito a ridurre le emissioni di gas serra di Motion Italia del 58% rispetto al 2013.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here