UE, progetto sull’idrogeno verde con Enel, E.ON e Iberdrola

La Commissione UE ha definito la prima lista di progetti renewable energy cross-border (CB RES) che verranno finanziati tramite la sezione del programma Connecting Europe Facility (CEF) dedicata alla decarbonizzazione: si tratta di tre iniziative internazionali, una delle quali riguarda la produzione di idrogeno verde e vede in prima fila, tra i promotori, il gruppo italiano Enel, la tedesca E.ON e la spagnola Iberdrola. E, di conseguenza, gli Stati membri coinvolti sono Italia, Spagna e Germania.

In questi Paesi si prevede di produrre energia rinnovabile con nuovi impianti addizionali per generare poi idrogeno e ammoniaca verde che verranno esportai in Germania e Olanda.

Il progetto era già stato illustrato con maggiore grado di dettaglio dai partner lo scorso anno, e si basa su un’articolazione diversificata di ruoli e competenze: in Spagna Iberdrola utilizzerà sul posto l’energia prodotta per ricavare ammoniaca green che verrà esportata in Germania via mare. E.ON la riceverà in un nuovo terminal dedicato, per distribuirne una parte a potenziali clienti e riconvertirne una quota (variabile a seconda dell’effettiva domanda) in idrogeno da immettere in una nuova rete di pipeline che lo stesso gruppo tedesco sta realizzando nell’ambito del progetto specifico H2.Ruhr.

Diversamente, l’energia rinnovabile prodotta in Italia da Enel raggiungerà la Germania sotto forma di elettrone, per alimentare un elettrolizzatore da 20 MW che E.ON installerà con l’obbiettivo di produrre H2 da immettere nelle nuove condotte per essere distribuito a utenti industriali tedeschi.

Previous articleNel 2022 l’ora legale ha fatto risparmiare 420 milioni di kWh di energia
Next articleLegacoop, il 38% delle cooperative ha avviato impianti di rinnovabili