Spagna, Iberdrola installa 2 GW di rinnovabili con investimenti da 2,3 miliardi

Iberdrola ha consolidato la sua posizione come uno dei principali motori dello sviluppo delle energie rinnovabili in Spagna con la messa in funzione di 2 GW di nuova capacità eolica e solare durante la pandemia. Le installazioni fotovoltaiche hanno rappresentato il 76 per cento dei nuovi sviluppi.

Attualmente – riporta un comunicato – l’azienda sta costruendo 1 GW di energia rinnovabile nel paese iberico. Tra i progetti spiccano gli impianti fotovoltaici di Pizarro che, con i suoi 590 MWp di capacità installata, sarà il più grande d’Europa, di Cedillo (100 MW) e Almaraz I e II (80 MW). In Andalusia, la società sta costruendo i parchi eolici Martín de la Jara (36 MW) e El Puntal (15 MW). In Castilla-La Mancha, sta installando un impianto fotovoltaico da 100 MW a Puertollano, il più grande impianto di idrogeno verde per uso industriale in Europa. Inoltre, Iberdrola ha già autorizzazioni ambientali per la costruzione di altri 500 MW in vari progetti eolici e fotovoltaici in Castiglia e Leon, Castiglia-La Mancia, Andalusia, Isole Canarie e Murcia.

Dal 2019, e nonostante la crisi generata dall’emergenza sanitaria, Iberdrola ha destinato più di 2,3 miliardi di euro allo sviluppo delle rinnovabili in Spagna. “Il nostro modello di business ci posiziona come un attore chiave nella trasformazione del tessuto industriale, utilizzando la nostra esperienza, l’impegno sociale e la capacità finanziaria per promuovere un modello di crescita economica sostenibile a lungo termine in grado di affrontare le sfide attuali della società“, ha spiegato Julio Castro, amministratore delegato di Iberdrola Renovables Energia.

Previous articleBasf Italia, nel 2021 acquistata energia solo da fonti rinnovabili
Next articleABN Amro mette in vendita 18 impianti fotovoltaici in Italia