zeroEmission Medieterranean 2024
SMART GLASS FORUM 2024 | 8 MAY 2024 - BOLOGNAFIERE
E-CHARGE | 7-8 MAY 2024 - BOLOGNAFIERE
HomeIniziative greenRete Clima e E.ON inaugurano il Biodiversity Lab nel bosco di Giussano
zeroEmission Medieterranean 2024
SMART GLASS FORUM 2024 | 8 MAY 2024 - BOLOGNAFIERE
E-CHARGE | 7-8 MAY 2024 - BOLOGNAFIERE

Rete Clima e E.ON inaugurano il Biodiversity Lab nel bosco di Giussano

Un “laboratorio” nel bosco, dedicato alla biodiversità dove poter scoprire la ricchezza, i benefici e le opportunità offerte dagli ecosistemi locali, patrimonio prezioso da tutelare e preservare. Con questo obiettivo Rete Clima, Impresa Sociale che dal 2011 accompagna le imprese verso percorsi di ESG e decarbonizzazione, e E.ON Italia, player internazionale dell’energia che offre soluzioni di efficientamento per cittadini e imprese, hanno inaugurato insieme il progetto Biodiversity Lab, all’interno del bosco di Giussano (MB). Grazie a questa iniziativa, che si inserisce nell’ambito della Campagna forestale nazionale Foresta Italia e del progetto Boschi E.ON, è stato realizzato un vero e proprio percorso che, attraverso diverse tappe, introdurrà i cittadini alla scoperta di soluzioni innovative per la tutela della biodiversità arborea, arbustiva ed animale.

Il bosco di Giussano è un querco-carpineto planiziale, tipica formazione forestale della Pianura Padana, in cui la varietà di specie vegetali da mettere a dimora è stata scelta in base a criteri di adattabilità relativi a fattori climatici e caratteristiche del suolo. L’area, riqualificata e donata ai cittadini da Rete Clima e dal Comune di Giussano nel 2012 grazie al contributo di diverse aziende, è stata realizzata con lo scopo di formare un bosco urbano resiliente che potesse restituire benefici ecologici e ambientali, tra cui miglioramenti idrogeologici, microclimatici, faunistici e paesaggistici del territorio. Il bosco ha anche il ruolo essenziale di migliorare la qualità dell’aria urbana e, a seguire, catturare e stoccare la CO2 presente nell’atmosfera sotto forma di biomassa, oltre che di generare numerosi servizi ecosistemici e tutelare la biodiversità.

“L’attività realizzata insieme a E.ON rappresenta un altro importante tassello all’interno del disegno che stiamo tratteggiando con la Campagna Foresta Italia”, dichiara Paolo Viganò, fondatore e presidente Rete Clima“Difendere la biodiversità è oggi un obiettivo primario per preservare le foreste così che possano crescere sane ed essere nostre alleate nella lotta alla crisi climatica”.

Il contributo di E.ON a questo progetto rientra nel contesto della più ampia iniziativa Boschi E.ON, a sua volta parte della strategia ESG dell’azienda che si esprime anche attraverso l’obiettivo ancora più ambizioso della tutela dell’ambiente. Il solo progetto Boschi E.ON, dal 2011, ha contribuito in maniera tangibile alla riforestazione di aree naturali, parchi nazionali e regionali su tutto il territorio italiano, consentendo ad oggi la piantagione di 118.000 alberi e un significativo contributo alla riduzione della CO2 (circa 80.000 tonnellate). Non solo decarbonizzazione, anche la biodiversità è un aspetto cruciale per il territorio: la sola eliminazione delle proprie emissioni di CO2, infatti, non basterebbe per un’efficace strategia di tutela dell’ambiente, vista la necessità di riequilibrare gli ecosistemi danneggiati da anni di attività dell’uomo. Proprio per questo, progetti come quello del Biodiversity Lab nel bosco di Giussano sono importanti per l’ecosistema locale.

“Siamo pionieri nell’ambito della transizione ecologica e la sostenibilità rappresenta un elemento assolutamente centrale all’interno della strategia di E.ON”, ha dichiarato Luca Conti, CEO di E.ON Italia“Siamo impegnati a creare un futuro in cui l’energia sia accessibile a tutti e totalmente green. Per questo, proponiamo modelli di energia sostenibile, basati sulle fonti rinnovabili e l’efficienza energetica, e intendiamo affiancare cittadini, imprese e istituzioni nel percorso verso la transizione energetica ed un nuovo concetto di energia sostenibile e decentralizzata”.

“Il nostro impegno per la salvaguardia del Pianeta non si esaurisce con la strategia di business, ma ci coinvolge anche internamente come azienda. Abbiamo infatti sistematizzato la nostra strategia ESG con 10 obiettivi concreti e misurabili, all’interno della quale si inserisce anche il Progetto Boschi E.ON, con il quale contribuiamo a tutelare la biodiversità del nostro territorio e proteggere l’ambiente, ripristinando la natura che ci circonda e le specie animali e vegetali che la popolano”, prosegue Daniela Leotta, Chief Digital & Innovation Officer di E.ON Italia.

All’inaugurazione del Biodiversity Lab hanno partecipato anche il Sindaco del Comune di Giussano (MB) Marco Citterio e l’Assessore con delega all’Ambiente Giacomo Crippa, che hanno commentato: “La valorizzazione del Bosco di Giussano è un tassello importante nell’ambito dell’attenzione al verde pubblico, patrimonio straordinario del nostro territorio. Attraverso la convenzione decennale sottoscritta con Rete Clima, garantiamo al Bosco una meticolosa attenzione e un percorso di sviluppo che lo renderà parte integrante del nostro territorio. L’inaugurazione del Biodiversity Lab fa sì che questo luogo possa divenire un polo di educazione ambientale dove i più piccoli possano scoprire la biodiversità presente nella nostra città e possano essere guidati alla scoperta di piante, fiori e animali che questo spazio lo vivono e lo fanno vivere”.

In occasione dell’inaugurazione, E.ON, con le proprie persone, gli ospiti e partner presenti, ha piantato una piccola Bioforest di 200 alberi, arricchendo ulteriormente il bosco di Giussano. Le Bioforest, o micro-foreste urbane, sono piccoli ecosistemi forestali creati in aree urbane o periurbane che hanno l’obiettivo di migliorare l’ambiente cittadino e offrire vantaggi sia ecologici che sociali, promuovendo il benessere psicologico grazie al contatto con la natura.​

Il progetto Biodiversity Lab si inserisce anche all’interno di Foresta Italia, la Campagna nazionale di forestazione realizzata da Rete Clima in collaborazione con Coldiretti e PEFC (Programme for Endorsement of Forest Certification schemes) e patrocinata dal Ministero dell’Ambiente e della Transizione Energetica e dal Ministero dell’agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste. La Campagna è nata con la mission di valorizzare una serie di azioni a vantaggio delle foreste nazionali e della loro vitalità promuovendo vere e proprie NBS (Nature Based Solutions) capaci di migliorare qualitativamente il territorio nazionale, la connessione ecologica e la vita dei cittadini, tutelando la biodiversità e contrastando il riscaldamento climatico. Nel primo anno di attività, Foresta Italia ha rafforzato un percorso sinergico tra pubblico e privato, realizzando gli interventi di forestazione insieme a oltre 30 aziende che hanno deciso di sostenere la Campagna nazionale.

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti alla nostra community e ricevi, ogni giorno, tutte le ultime novità del settore!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Articoli correlati