Ravenna, da Ue fondi per rendere più ‘verde’ il porto

Un finanziamento da 572.000 euro per rendere più ‘verde’ il Porto di Ravenna. La somma è legata al Progetto SUSPORT (SUStainable PORTs, Porti Sostenibili) che ha ottenuto un finanziamento complessivo di 7.142.000 euro da parte dell’Unione Europea, per la realizzazione di studi ed azioni pilota finalizzate ad incrementare l’efficienza energetica e la sostenibilità ambientale.

SUSPORT fa parte dei Progetti del Programma Interreg Italia-Croazia 2014 – 2020 e coinvolge tutti i più importanti porti adriatici italiani (Ravenna, Venezia, Ancona, Bari, Trieste) e croati (Spalato, Dubrovnik, Zara, Ploce,Rijeka).

In concreto, a Ravenna, l’Autorità Portuale potrà beneficiare di 572.000 Euro, con i quali realizzerà tre progetti interamente finanziati dall’Europa. Il primo consiste in uno studio sull’utilizzo della tecnologia “cold ironing” (banchina elettrificata) per soddisfare le necessità energetiche delle navi in sosta al terminal crociere di Porto Corsini e al terminal traghetti. Normalmente le navi all’ormeggio tengono accesi i motori per mantenere in funzione il sistema di condizionamento dell’aria, le dotazioni di emergenza, le cucine e, nel caso di navi da crociera, per dare energia alle cabine dei passeggeri. Il secondo progetto riguarda l’installazione di un impianto fotovoltaico su apposite tettoie coprenti i posti auto del parcheggio della sede dell’Autorità Portuale che consentirà di generare energia per alimentare auto elettriche.

Infine, saranno acquistate con il contributo comunitario due auto elettriche destinate all’Ente di Via Antico Squero per le attività all’interno dell’area portuale.

Questo nuovo contributo europeo è la testimonianza dell’impegno dell’Autorità Portuale ad implementare la roadmap tracciata con il programma ‘Ravenna GREEN PORT’ per lo sviluppo sostenibile del Porto di Ravenna”, ha commentato il Presidente dell’AdSP Daniele Rossi.

Nei mesi scorsi – prosegue Rossi – abbiamo approvato il ‘Documento di Pianificazione Energetica ed Ambientale’, come previsto dalle norme sulla tutela ambientale in ambito portuale, che definisce indirizzi strategici per l’implementazione di specifiche misure al fine di migliorare l’efficienza energetica e di promuovere l’uso di energie rinnovabili in ambito portuale. Le azioni che riusciremo a realizzare grazie al progetto SUSPORT vanno proprio nella direzione di traguardare nei prossimi mesi alcuni degli obiettivi che ci siamo posti in questo importante documento.”

Previous articleCovid-19, l’allarme di Anev per gli impianti Fer
Next articleSostenibilità: Enel lancia il primo report finanziario integrato

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here