zeroEmission Medieterranean 2024
SMART GLASS FORUM 2024 | 8 MAY 2024 - BOLOGNAFIERE
E-CHARGE | 7-8 MAY 2024 - BOLOGNAFIERE
HomeBatterieMit, ecco le batterie a base di alluminio, zolfo e cristalli di...
zeroEmission Medieterranean 2024
SMART GLASS FORUM 2024 | 8 MAY 2024 - BOLOGNAFIERE
E-CHARGE | 7-8 MAY 2024 - BOLOGNAFIERE

Mit, ecco le batterie a base di alluminio, zolfo e cristalli di sale

Troppo costoso il litio? Un gruppo di ricerca del Massachusetts Institute of Technology (Mit) ha messo a punto le batterie low-cost per auto a base di sostanze molto comuni, come zolfo, alluminio e cristalli di sale.

Pensate per essere economiche e sicure, a prova di incendio, le nuove batterie saranno presto sottoposte a test su larga scala.

Volevamo inventare qualcosa che fesse migliore, molto migliore, delle attuali batterie a ioni di litio usate per il settore automobilistico“, ha commentato Donald Sadoway, a capo del gruppo e tra i massimi esperti al mondo nel settore delle batterie.

Nonostante la loro grande diffusione, dagli smartphone alle auto, le batterie al litio presentano importanti inconvenienti, primi tra tutti l’impatto e i costi dell’estrazione del litio stesso, e non ultimi i pericoli di incendio dovuti agli elettroliti.”

Proprio partendo da queste considerazioni, i ricercatori americani sono andati in cerca di nuove tipologie di batterie più economiche e sicure. Hanno pensato così di sfruttare come elettrodi alluminio e zolfo, due degli elementi più abbondanti e facili da ottenere, e usare come elettrolita, ossia il liquido attraverso cui scorrono le cariche elettriche, dei sali non infiammabili.

La batteria sviluppata dal team non richiede alcuna fonte di calore esterna per mantenere la sua temperatura di esercizio. Il calore è prodotto naturalmente elettrochimicamente dalla carica e scarica della batteria. «Quando carichi, generi calore e questo impedisce al sale di congelarsi. E poi, quando lo scarichi, genera anche calore», ha aggiunto Sadoway.

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti alla nostra community e ricevi, ogni giorno, tutte le ultime novità del settore!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Articoli correlati