Eolico: Edison lancia la sfida a Erg ed Enel

Il cda di Edison ha nominato Nicola Monti – già responsabile della divisione Ricerca&Produzione – nuovo Ad (nella foto) e Marc Benayoun presidente a partire dal primo luglio. Contestualmente, Edison e la sua controllante francese Edf varano un’articolata operazione industriale nel settore delle rinnovabili: Edison ha ricevuto da Edf Renouvelables 265 megawatt di capacità eolica e 77 di fotovoltaica. Asset che la divisione nelle rinnovabili di Electricité de France aveva acquisito nel corso degli ultimi anni nel nostro paese.

Si tratta di una operazione – con la consulenza dalla banca Societe Generale – che ha un valore pari a 173 miloni di euro e che rappresenta, da una lato una semplificazione delle attività di Edf in Italia e dall’altra proietta Edison sul podio delle energie verdi. In particolare nell’eolico, posizionandosi così alle spalle del gruppo Erg, la società genovese trasformata dalla famiglia Garrone da uno dei leader nella raffinazione di idrocarburi a una società attiva solo nelle energie verdi. Ma supera Enel Green Power, controllata dall’ex monopolista.

Con il passaggio di impianti dalla casa madre, Edison raggiunge il suo obiettivo di arrivare vicino ai mille megawatt di potenza installata nelle energie verdi (975 per la precisione).

Ma soprattutto mette le basi per un traguardo ben più ambizioso e che questa volta dovrà raggiungere con le sue sole forze: raddoppiare dal 20 al 40% la produzione di energia da fonti rinnovabili entro il 2030.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here