Engie e Ansaldo Energia: accordo per produrre idrogeno verde in Italia

Il gruppo energetico francese Engie e Ansaldo Green Tech – società del gruppo Ansaldo Energia, attiva nel campo delle energie rinnovabili e dello storage – hanno firmato un accordo per la realizzazione di impianti di produzione di idrogeno verde e di altre soluzioni di accumulo di energia in Italia.

I progetti saranno realizzati dai due player energetici in aree industriali, da individuare, in diverse regioni italiane, sfruttando gli strumenti finanziari messi a disposizione dai bandi del PNRR.

La capacità di questi nuovi impianti – hanno spiegato le due aziende – sarà dell’ordine di 1 MW, con valori variabili mediante capacità aggiuntive per rispondere alla domanda di energia. Nello specifico, Engie si occuperà della progettazione e realizzazione degli impianti per la produzione di energia rinnovabile dell’integrazione dei sistemi di gestione della produzione e stoccaggio di H2, mentre Ansaldo Green Tech realizzerà gli elettrolizzatori.

Il gruppo Ansaldo ha già più volte annunciato in diversi eventi pubblici la sua volontà di entrare direttamente nel settore della produzione di impianti di elettrolisi, un proposito che pare prenderà forma concreta proprio nell’ambito di questo accordo con Engie.

“Decarbonizzazione ed efficienza energetica sono i cardini della nostra strategia e in questo contesto l’idrogeno rappresenta un driver importante, un vettore pulito e verde” ha commentato Monica Iacono, CEO di Engie Italia.

“Ansaldo Green Tech, come tutto il gruppo di Ansaldo Energia, crede fortemente nella necessità di perseguire gli obiettivi di neutralità climatica, senza compromettere la sicurezza energetica del paese e valorizzando gli investimenti sostenuti dai propri clienti” ha aggiunto Daniela Gentile, CEO Ansaldo Green Tech.

Previous articleHyundai investe 5,54 mld di dollari su batterie e auto elettrica in Usa
Next articleSuperbonus, possibile cedere anche una sola rata