Energia, Girotto (M5S): “Nucleare e gas non servono per fronteggiare i rincari”

Riguardo all’ipotesi dell’utilizzo del nucleare e del gas per fronteggiare i rincari dei servizi energetici, riceviamo e volentieri pubblichiamo una  nota di Gianni Girotto (M5s), Presidente della commissione Industria e Commercio del Senato.

Rimango perplesso leggendo la dichiarazione della Commissaria von der Layen che intende esplorare strategie nuove per alimentare la resilienza e l’indipendenza dell’UE attraverso gas e nucleare. Non ci servono. Il nucleare non solo non è necessario per raggiungere l’obiettivo degli Accordi di Parigi non è nemmeno la soluzione per fronteggiare l’aumento dei prezzi dell’energia, problema che ha riguardato anche la Francia nuclearista che dovrebbe iniziare a tenere d’occhio anche il prezzo dell’uranio, schizzato alle stelle.

Nel testo della mozione condivisa da tutto il Gruppo M5S al Senato e presentata lo scorso agosto, si ribadiva la sua insostenibilità ambientale, legata alle numerose difficoltà nello smantellamento e gestione del materiale radioattivo, e l’idiozia di considerarla una fonte di transizione, che comporta comunque ingenti investimenti che potrebbero essere invece indirizzati altrove, per esempio sulle fonti di energia rinnovabile ormai affidabili. Il fatto che le analisi scientifiche richieste dalla Commissione sull’impatto ambientale dell’energia nucleare non abbiano rilevato che essa contribuisca più di altre energie al riscaldamento globale, non significa che siano da escludere anche i rischi intrinsecamente connessi a questa fonte energetica, sulla quale gli italiani, ricordiamolo, si sono espressi contrari con due referendum popolari nel 1987 e nel 2011.

Ci auguriamo che la Commissione confermi il suo iniziale orientamento a non includerla tra le attività economiche ecosostenibili. Sarebbe un grande sbaglio e un’occasione persa. Le rinnovabili e l’efficienza energetica avranno un ruolo chiave nel processo di transizione ecologica, è qui che dobbiamo accelerare. Per vincere la battaglia del clima e far fronte alla crisi energetica in atto non abbiamo certo bisogno del nucleare. Su Salvini che dire? Ci presenti il nucleare pulito e sicuro perché io e tutti gli esperti che frequento non lo conosciamo“.

Previous articleGoodyear, solo energie rinnovabili negli impianti in Europa e Turchia
Next articleRicerca, il “green” crea più lavoro del fossile ma l’Italia deve crederci di più