Energia: al via l’Associazione Italiana Agrivoltaico Sostenibile (AIAS) con ENEA alla presidenza

Promuovere lo sviluppo dell’agrivoltaico, sostenendo i progetti che valorizzano il potenziale produttivo di agricoltura e fotovoltaico, anche attraverso soluzioni tecnologiche avanzate. E’ questo l’obiettivo dell’Associazione Italiana Agrivoltaico Sostenibile (AIAS) presieduta da ENEA che riunisce istituzioni, associazioni di categoria ed imprese del settore, tra cui ETA Florence Renewable Energies, European Energy, Le Greenhouse, REA, REM Tec e Renovo Bioeconomy.

Nel ruolo di interlocutore per le istituzioni, rappresentante ufficiale in Italia e all’estero di un settore in forte crescita in grado di fornire un supporto fondamentale alla transizione energetica, AIAS punta alla sostenibilità, intesa come fattore trasversale alle problematiche energetiche che includono, cibo, ambiente, clima, paesaggio, per il miglioramento della biodiversità e delle qualità ecosistemiche dei siti, a supporto delle comunità locali.

“Un sistema agrivoltaico sostenibile presenta caratteristiche prestazionali tali da garantire la sostenibilità ambientale, sociale ed economica dell’opera rispetto alle tre dimensioni agricoltura, energia, e dunque paesaggio”, evidenzia Alessandra Scognamiglio, ricercatrice del laboratorio dispositivi innovativi di ENEA, presidente di AIAS e coordinatrice della Rete Nazionale Agrivoltaico Sostenibile che in un anno ha raggiunto quasi 1.000 adesioni con l’obiettivo di promuovere la definizione di un quadro normativo, di strumenti di supporto ai decisori e di linee guida del settore.

“La sostenibilità di un sistema agrivoltaico deriva dal valore aggiunto apportato alla produzione agricola, all’ambiente e al paesaggio, nel rispetto e/o nel miglioramento della biodiversità e delle qualità ecosistemiche dei siti e delle comunità locali”, conclude Scognamiglio.

L’adesione all’associazione in qualità di socio è aperta a tutte le realtà coinvolte nello sviluppo dell’agrivoltaico come istituzioni, aziende, cooperative, associazioni e ogni figura giuridica o privata, che condividano la visione di agrivoltaico sostenibile promossa dall’associazione.

Alessandra Scognamiglio – Architetto, PhD, dal 2000 è ricercatrice presso il Dipartimento Tecnologie Energetiche Rinnovabili dell’ENEA. Autrice di numerose pubblicazioni scientifiche, monografie e brevetti, è responsabile di diversi progetti e collaborazioni che prevedono l’impiego negli edifici e nel paesaggio. Coordina la task force Agrivoltaico Sostenibile presso ENEA ed è stata recentemente general chair della 8th World Conference on Photovoltaic Energy Conversion.

Previous articleCommissione Ue: permessi in tempi più rapidi per la diffusione delle rinnovabili
Next articleNextchem e SUEZ, accordo per sviluppare la collaborazione nell’ambito dei progetti Waste-to-Chemicals