Diga nell’Alto Reno ripartirà grazie all’italiana Cea

La Cea (Cooperativa edile Appennino) – con sede nell’Appennino bolognese – ha comunicato la vittoria di una gara europea per la ristrutturazione della principale diga della regione francese dell’Alto Reno (la Kruth–Wildenstein). Si tratta di un appalto da 6,5 milioni di euro e i lavori dovrebbero iniziare a giorni, per essere eseguiti a tempo di record e concludersi inderogabilmente entro il prossimo agosto. In quel periodo, infatti, la diga dovrà essere nuovamente riempita d’acqua.

La Cooperativa di Monghidoro, in particolare, avrà il compito di riparare e permettere il ritorno alla piena operatività della diga, struttura fondamentale per il tessuto produttivo della regione francese dell’Alto Reno, dove il manufatto è recentemente diventato inutilizzabile. La diga, costruita negli anni Sessanta, ha subito nel tempo dei piccoli interventi di manutenzione. Ma un recente e veloce deterioramento dello strato di impermeabilizzazione della superficie ha costretto i tecnici francesi al sostanziale svuotamento del bacino e a richiedere un intervento importante di manutenzione.

Il lavoro commissionato comporterà l’utilizzo di oltre 25 operai specializzati, supportati da uno staff tecnico di cantiere. E verranno utilizzati macchinari specifici: carri con argani per trainare in pendenza frese stradali, finitrici, rulli, e carrellini studiati per far muovere gli operai in sicurezza e permettere interventi di dettaglio in punti precisi.

Quella di Kruth – Wildenstein – afferma Giuseppe Salomoni, presidente di Cea – è la diga più importante per la regione dell’Alto Reno, perché rifornisce energeticamente le imprese del territorio ed è fondamentale per l’irrigazione agricola della pianura sottostante. Per quanto riguarda Cea, siamo una delle tre uniche realtà in Europa ad avere le competenze per gestire questo tipo di interventi. Dal 2014 possediamo infatti il ramo d’azienda delle dighe della Ingegner Sarti, storico marchio italiano attivo nel settore dell’ingegneria idraulica sin dal 1950. Abbiamo partecipato e vinto la gara europea indetta dalla Regione dell’Alto Reno, forti delle competenze acquisite negli anni e dell’esperienza maturata in lavori di analoga difficoltà“.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here