Ariston completa acquisizione dell’israeliana Chromagen

Ariston Group, leader globale nelle soluzioni sostenibili per il riscaldamento dell’acqua e degli ambienti, ha completato il closing dell’acquisizione di Chromagen, in seguito “al soddisfacimento di tutte le condizioni sospensive, inclusa l’approvazione dell’Autorità Israeliana per la Concorrenza“. Lo riporta un comunicato.

Fondata nel 1962, Chromagen sviluppa, produce e commercializza soluzioni rinnovabili per il riscaldamento dell’acqua, con un’esperienza distintiva nella tecnologia solare termica. Impiega oltre 300 persone e nel 2020 ha riportato ricavi per circa 400 milioni di Nis (nuovi shekel israeliani) e un margine Ebit adjusted “mid-single digit“. Ariston Group ha acquisito il 100% delle azioni e dei diritti di voto dell’entità attiva in Israele.

L’acquisizione, sottolinea il comunicato, permette ad Ariston Group di consolidare la sua posizione nel mercato israeliano, un mercato sostenuto da un’economia in crescita e da un solido trend di crescita della popolazione, dove la maggior parte delle abitazioni soddisfa il proprio fabbisogno di acqua calda attraverso il solare termico.

Previous articleCaro-bollette, Lanzetta (Enel): “Il gas è il vero colpevole, spingere le rinnovabili”
Next articleTerna: consumi elettrici in crescita nelle festività natalizie, +8,7%