Area C Milano, solo auto elettriche dal 2030

L’obiettivo è quello di fare accedere solo auto elettriche nella Cerchia dei Bastioni di Milano. È quanto indicato dal Piano aria e clima approvato dalla giunta comunale venerdì scorso. Si tratta di un maxi documento di quasi mille pagine che delinea obiettivi e strategie per contenere le emissioni inquinanti e limitare l’aumento della temperatura urbana entro i due gradi.

La decisione di modificare le regole per l’accesso dei veicoli privati in centro va presa entro il 2025 — nel prossimo mandato amministrativo, in pratica — per arrivare all’obiettivo entro il 2030, anno di riferimento dell’intero Piano: «L’area riservata alla sola circolazione di veicoli a zero emissioni potrebbe coincidere col centro storico in cui già vige la Ztl Cerchia dei Bastioni (Area C)», si legge nella delibera: «I suoi varchi di accesso sono tutti controllati elettronicamente, l’area è ben servita dal trasporto pubblico locale ed è facilmente fruibile da pedoni e biciclette. A oggi la legge non consente la realizzazione di una zona a traffico limitato ad accesso riservato ai soli veicoli elettrici. Una soluzione per creare un’area a zero emissioni potrà poggiare sulla rimodulazione delle regole di accesso all’Area C con un ticket giornaliero che scoraggi l’ingresso dei veicoli non elettrici».

Si tratterebbe di una super-tariffa d’accesso applicata a tutte le auto, con la parziale eccezione, appunto, di quelle elettriche.

Il documento, tra le tante altre cose, stabilisce i parametri per la definizione delle tariffe delle corse, a costi decisamente inferiori rispetto al servizio taxi «normale». Previsti poi voucher supplementari per over 70, disabili, medici e infermieri. I tassisti che vogliono aderire al servizio devono fare domanda al Comune e dotarsi poi delle applicazioni necessarie. La flotta sarà inizialmente composta da un massimo di 500 macchine, riconoscibili da un adesivo sui vetri.